Il Dott. Pasquale Pinto è specialista in Otorinolaringoiatria dal 2000.
La sua attività in qualità di specialista è stata svolta presso l'INAIL di Brindisi, la Marina Militare di Taranto, i Poliambulatori di Specialistica Ambulatoriale ASL di Brindisi, l'Ospedale "F. Miulli" di Acquaviva delle Fonti (BA) e la Casa di Cura SALUS di Brindisi.

In questo percorso di circa quindici anni ha maturato esperienza in tutti i settori della branca, sia sotto il profilo diagnostico che terapeutico: dalle patologie pediatriche a quelle della tarda età, dalle patologie flogistico-infettive a quelle neoplastiche, dedicando tuttavia particolare interesse nel corso degli ultimi dieci anni soprattutto ai disturbi dell'equilibrio e alle patologie delle vie aeree, realizzando pertanto un' ampia casistica ed esperienza nel settore.

Nel corso del servizio prestato e dell'attività assistenziale, chirurgica, di prevenzione e follow-up ha dedicato interesse alla ricerca clinica con la produzione di diverse pubblicazioni.

Esami Strumentali

endoscopia orl

Tanto nella attività ambulatoriale-ospedaliera quanto in quella da libero-professionista, il Dott. Pinto si avvale di tutti i presidi diagnostici più evoluti. In particolare, impiega:

  • Videoendoscopi flessibili e rigidi per la diagnosi delle patologie del distretto nasale, rinofaringeo e laringeo, videofibroendoscopie pediatriche
  • Microvideo-otoscopie, Audiometria in cabina silente ed Impedenzometria per un corretto inquadramento delle patologie dell'udito
  • Esame vestibolare statico, dinamico e funzionale per la diagnosi e il trattamento dei disturbi dell'equilibrio

Profilo medico

terapie riabilitative della deglutizione

Il medico ha frequentato numerosi congressi e corsi di formazione e perfezionamento in Italia e all'estero, svolgendo in alcuni di questi ruolo di relatore e docente, prevalentemente nel settore cocleo-vestibolare. Attualmente è iscritto alla Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale (SIO), all' Associazione Otologi Ospedalieri Italiani (AOOI) e al Gruppo Apulo di Otorinolaringoiatria (GAO).

Share by: